bacchetta

Quel gusto solito di essere bacchettati.

Che ci siano scrittori e scrittrici che bacchettano il lettore, niente di male. 
Anche se Proust o Kafka, a pensarci bene per esempio, non l’hanno mai fatto. Che ci siano scrittori e scrittrici che inneggiano contro la democrazia, sempre bacchettando il lettore, ancora, niente di male. Anche se Virginia Woolf, per esempio, mai l’avrebbe mai fatto. 
Che ci siano insomma, questi scrittori e queste scrittrici contenti e beati nel loro rancore antidemocratico, e un po’ ignorante, sempre al limite, insomma, del “lei non sa chi sono io”, che trovino editori che li pubblichino, mi torna: esiste un mercato. 
Ma che esistano lettori e lettrici che, senza percepire percentuali o emolumenti di sorta su questi libri venduti, si beino di autori e autrici che parlano contro la democrazia, contro l’umana pietas, o semplicemente contro questo o quel gruppo (gli obesi, i dimagriti, gli ignoranti, quelli che cercano di uscire dall’ignoranza, chi sciopera, chi cerca di scioperare, chi parla, chi non sa parlare, chi cerca di parlare) no, non mi torna, e tutte le volte mi chiedo: perché? Che gusto c’è a stare con i “problematici stitici”, come mi viene da chiamarli? Su cosa si regge la relazione? Sulla comune stitichezza? Sull’incapacità di stare soli, e nel bisogno di appartenere, comunque, ad un gruppo? Sia come sia, qui è tutto un volo di “l’hai letto?” “L’ho letto!”, “Mi tagghi?”, “Ti taggo!”.
  •  
  •  
  •  

Un pensiero su “Quel gusto solito di essere bacchettati.

  1. Hi my name is Sandra and I just wanted to drop you a quick note here instead of calling you. I discovered your Quel gusto solito di essere bacchettati. – Il posto dei libri page and noticed you could have a lot more traffic. I have found that the key to running a popular website is making sure the visitors you are getting are interested in your niche. There is a company that you can get targeted traffic from and they let you try the service for free for 7 days. I managed to get over 300 targeted visitors to day to my site. Check it out here: http://www.arvut.org/1/dft

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *