14695599_1218153228251884_3443161620810249203_n

Il sesso oggi e la rivoluzione

“Avevo sonno. Me ne rendo conto adesso: persino la discoteca, quando ci si mette, può diventare «una triste esperienza lavorativa». E non sto parlando di chi fa il cameriere, il buttafuori, o la portaborse (come all’epoca facevo io). È proprio che, morta Sodoma e sotterrata Gomorra, ci si concentra nella riproduzione. Quando si smette di attribuire valore di eversione alla sessualità in generale e all’omosessualità, così come al lesbismo, al sesso di gruppo, a quello solitario, in particolare – tutta roba del sessantotto, parlo dell’attribuzione di valore – non resta che la genitorialità. La tecnologia in questo senso ha valore aggiunto.
Veramente rivoluzionario diventa solo essere padre, o madre.” (“Vita poetica di Elisa D.”)

  •  
  •  
  •