Essere donna in Italia (2014)



Sarei sempre più per una evidenziazione del fatto che in Italia, per ciò che riguarda le donne, il nostro paese subisce da tempo un’evoluzione, (modificazione antropologica), in senso western. 
Trovi, infatti, più o meno con la stessa frequenza: 

1. l’eroina con il suo calesse; 
2. il gruppo di donne che lottano assieme e sono in 
grado di tener testa a qualsiasi tipo di uomo perché hanno imparato a usare le pistole;
3. quella che muore uccisa dal pazzo ubriaco;
4. la madre che vive sola con i figli e non è collegata in nessun modo con il gruppo di donne che lotta per la propria autodeterminazione;
5. le beghine che girano il paese e vendono opuscoli per la sopravvivenza;
6. la moglie del commerciante di granaglie che sta in cassa, e a fine giornata chiude la borza;
7. la ragazzina navajo sottratta alla comunità di appartenenza che inizia e finisce la sua vita nel saloon;

8. la vetusta maitresse che pensa di reggere il saloon e viene puntualmente presa per i fondelli.
9. il gruppo di ossesse che strilla.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *